Kraków

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Poland

Gdańsk

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Poland

Bałtyk

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Poland

Tatry

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Poland

Oscypek

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Polish food

Souvenirs

● • • • • • • •.• • • • • • • • • •
Polish fol­klore

Precedente
Successivo
pasek1_final_oryg

Grand Tour della Polonia

15 giorni / 14 notti

Esplora la Polonia nei dettagli con questo itinerario di 15 giorni. Scopri la sua ricca storia, le città fantastiche, i paesaggi impressionanti. Incontra la gente del posto e gusta una deliziosa cucina locale.

Giorno
1
> Varsavia
 

Benvenuti in Polonia!
Arrivo all‘aeroporto di Varsavia, tra­sfe­ri­mento all‘hotel prescelto.

Pernottamento in albergo cen­trale a Varsavia.

 
Giorno
2
> Varsavia
 

Prima cola­zione in albergo.

Visita guidata di Varsavia. Questa escur­sione ci per­metterà di cono­scere i con­trasti che carat­te­rizzano la capitale polacca. Il tour comincerà con una cam­minata nel Parco Lazienki Krolewskie, nel quale vedremo il famoso monu­mento di Federico Chopin, il Palazzo sull’Acqua ed il Teatro sull’Isola. In seguito ci tra­sfe­riremo nella Città Vecchia (UNESCO), pas­seg­geremo per le viuzze medievali del Centro Storico par­tendo dal Castello Reale e la Cattedrale di San Giovanni, attra­ver­sando la Piazza di Mercato ed il bar­bacane per arrivare alla Città Nuova. Di seguito vedremo il Palazzo Krasinski, il Palazzo della Giustizia ed il Monumento alla Rivolta di Varsavia. Successivamente pas­seremo al Teatro Grande e l’Opera Nazionale, vedremo il Palazzo Jablonowski, la Tomba del Milite Ignoto ed il Giardino Saski. Poi avremo anche un’opportunità di cono­scere i luoghi legati all’Olocausto: l’Umschagplatz ed il Monumento agli Eroi del Ghetto.

Pranzo libero.

Pernottamento in albergo cen­trale a Varsavia.

 
Giorno
3
> Varsavia > Kazimierz Dolny > Lublino
 

Prima cola­zione in albergo.

Trasferimento a Kazimierz Dolny.

Kazimierz Dolny è una città degli artisti situata sulle rive della Vistola. Passeggiata attra­verso i suoi più impor­tanti luoghi: la Piazza del Mercato cir­condata dalle case nobili del Rinascimento, la barocca chiesa par­roc­chiale, le rovine del Castello e il monte delle Tre Croci dalla quale si estende una mera­vi­gliosa vista sulla valle del fiume Vistola, Kazimierz e il Castello a Janowiec. Questo mera­vi­glioso pae­saggio di campi, boschi e pian­ta­gioni del luppolo crea il Parco del Paesaggio di Kazimierz. Tempo libero nel centro storico per pranzare e ammirare le opere di arti­gianato regionale pre­senti in numerose gal­lerie d’arte.

Pranzo libero.

Proseguimento per Lublino.

Lublino è una delle città più grandi della Polonia sudo­rientale. È sede di una lunga e affa­sci­nante storia e di una mera­vi­gliosa archi­tettura polacca. Durante la pas­seg­giata attra­verso il bel­lissimo centro storico vedremo molti monu­menti inte­res­santi, tra cui la Porta di Cracovia del 14 º secolo, Piazza del Mercato, muni­cipio e castello. Non si può lasciare Lublino senza aver visto la Chiesa dome­nicana e la Cattedrale dei Santi Giovanni Battista e Giovanni Evangelista.

Pernottamento in albergo cen­trale a Lublino.

 
Giorno
4
Lublino Zalipie > Cracovia
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento da Lublino a Zalipie.

Questa piccola città Zalipie da quasi 80 anni mera­viglia della tecnica raf­finata degli orna­menti carat­te­rizzata dai disegni colorati delle pareti di case, cap­pelle e mobili. Passeggiata intorno al vil­laggio e la visita della mostra d’artigianato regionale nella Casa dei Pittori.

Pranzo libero e con­ti­nua­zione per Cracovia.

Pernottamento in albergo cen­trale a Cracovia.

 
Giorno
5
> Cracovia > Wieliczka  > Cracovia 
 

Prima cola­zione in albergo.

Visita guidata di Cracovia, la capitale cul­turale della Polonia inserita nella lista del Patrimonio dell’Umanità (UNESCO). Durante questa escur­sione vedremo il Barbacane, i muri di cortina con la Porta di San Floriano, la piazza con il Mercato dei Tessuti, la Basilica di Santa Maria, la Torre del Municipio. In seguito faremo una pas­seg­giata vicino agli edifici dell’Università Jagellonica, pas­seremo accanto al Palazzo degli Arcivescovi (dove abitava il papa Giovanni Paolo II), la Chiesa di Sant’Andrea, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, per finire la nostra visita accanto alla cat­te­drale ed al Castello Reale.

Pranzo libero.

Trasferimento da Cracovia a Wieliczka.

Wieliczka – la miniera più bella e la più antica del mondo ancora in fun­zione (UNESCO). Da 700 anni Wieliczka era il fonte della ric­chezza del paese ed il fon­da­mento mate­riale della cultura. Oggi è il luogo turi­stico più visitato della Polonia. Durante questa escur­sione sotto la terra, pas­seremo per i numerosi cor­ridoi cavati nel sale e per le camere addobbate con le sculture di sale. Vedremo anche le cap­pelle cavate nel sale, incan­tevoli laghi sot­te­rannei, gli attrezzi ori­ginali e le mac­chine che prima venivano usate ai lavori minerari. Ritorno a Cracovia.

Pernottamento in albergo cen­trale a Cracovia.

 
Giorno
6
> Cracovia > Zakopane > Cracovia
 

Prima cola­zione in albergo.

Trasferimento da Cracovia a Zakopane.

I monti Tatra sono la parte più alta e più bella della catena mon­tuosa dei Carpazi, l’unica nel suo genere nell’Europa cen­trale. La parte polacca dei Tatra fa parte del Parco Nazionale dei Tatra, iscritto nel­l’e­lenco delle Riserve della Biosfera dell’UNESCO. Durante questa escur­sione sco­priamo il vil­laggio di Chocholow, per­cor­riamo la fer­rovia a cre­ma­gliera fino a Gubalowka per ammirare il panorama e per­cor­riamo Krupowki, la strada prin­cipale della città ricca di arti­gianato regionale.

Pranzo libero e ritorno a Cracovia.

Pernottamento in albergo cen­trale a Cracovia.

 
Giorno
7
> Cracovia > Giura di Cracovia-Czestochowa > Ogrodzieniec > Czestochowa > Lodz
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Percorso attra­verso Giura di Cracovia-Czestochowa ‑un alto­piano for­matosi nel­l’epoca del giu­rassico e sito tra Cracovia e Częstochowa, dove ci si trovano tanti castelli diroccati, paesini piccoli, grotte e boschi. Visita del Castello Ogrodzieniec.

Castello di Ogrodzieniec — il castello più bello e più grande nel­l’al­to­piano Cracovia-Częstochowa. L’itinerario dei Nidi d’Aquila, lungo circa 164 km abbraccia Il ter­ri­torio com­preso tra Cracovia e Czestochowa, cono­sciuto come Altopiano Krakowsko- Czestochowskie. All’inizio del secondo mil­lennio vennero costruite le prime mura difensive per pre­servare le vie com­mer­ciali dei Piast. Questi castelli furono edi­ficati prin­ci­pal­mente sulla cima delle colline di origine cal­carea, per limi­tarne ulte­rior­mente l’accessibilità: da qui il nome di Nidi d’Aquila (Orle Gniazda). La capacità cubica del Castello di Ogrodzieniec è di 32.000 m³, è dif­ficile descri­verlo, dovete vederlo!
Ci sono anche camere sot­ter­ranee, che una volta ospi­tavano un avanzato sistema di raf­fred­da­mento. Molti det­tagli della muratura rina­sci­mentale e barocca possono essere visti sulle pareti con­servate. Le rovine sono cir­condate da un muro peri­me­trale lungo 400 m, col­legato con fan­ta­stiche rocce cal­caree. Tra le rocce che cir­condano il castello una pas­seg­giata intorno qui è un must — perché i panorami sono meravigliosi!

Proseguimento per Czestochowa.

Pranzo libero.

Visita al mona­stero di Jasna Gora noto per l’immagine della Madonna Nera di Czestochowa che dal XIV secolo attira numerosi pel­le­grini da tutto il mondo. La Madonna fu pro­clamata la Regina della Polonia dal re Jan Kazimierz. Visita alla Basilica di Jasna Gora — la capella della Vergine Maria con il quadro mira­coloso, il Tesoro e l’Armeria.

Proseguimento per Lodz.

Pernottamento in albergo cen­trale a Lodz.

 
Giorno
8
> Lodz > Poznan
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Lodz è una delle città più grandi di Polonia. Durante la visita tro­veremo le tracce di quattro culture: polacca, ebraica, tedesca e russa che con­vissero qui e dopo diven­tarono una. Avremo la pos­si­bilità di ammirare l’architettura moderna ed indu­striale. A causa delle numerose fab­briche, Lodz veniva spesso chiamata ‘Manchester polacca’. Durante l’escursione vedremo il centro storico ed il com­plesso indu­striale della famiglia Poznanski, la famosa Manufattura. In seguito, visi­teremo anche il com­plesso indu­striale ‘Ksiezy Mlyn’ che è una prova della rivi­ta­liz­za­zione della città nell’arco di qualche anno. Alla fine, vedremo la più popolare strada Piotrkowska , piena di negozi, bar, risto­ranti e sculture che com­me­morano i famosi abi­tanti di Lodz.

Pranzo libero e tra­sfe­ri­mento a Poznan

Visita guidata di Poznan. Cominciamo la visita dalla Cattedrale gotica situata sull’Ostrow Tumski che viene ritenuto il luogo del bat­tesimo di Polonia avvenuto nel 966. Dopo aver attra­versato il Ponte di Chrobry arri­viamo alla Piazza del Centro Storico, famoso per il suo Municipio rina­sci­mentale. Passeggiando per le viuzze incan­tevoli del Centro Storico di Poznan, sco­priamo la Chiesa Parrocchiale e la Chiesa dei Francescani con la cantina nella quale pos­siamo ammirare il modello in miniatura della Poznan medievale. Finiamo l’escursione in Piazza della Libertà, ammi­rando gli edifici del Museo Nazionale, Biblioteca di Raczynscy, albergo ‘Bazar’ e l’Arkadia.

Pernottamento in albergo cen­trale a Poznan.

 
Giorno
9
> Poznan > Biskupin > Torun 
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento da Poznan a Biskupin.

Biskupin è la riserva archeo­logica più cono­sciuta dell’Europa cen­trale. Visita al più antico inse­dia­mento in Polonia.

Pranzo libero.

Proseguimento per Torun.

Visita guidata di questa città situata sulle rive del fiume Vistola. Torun è la città natale di Nicolaus Copernicus ed è inclusa nel­l’e­lenco delle città del patri­monio mon­diale dell’UNESCO dal 1997. La com­po­si­zione della piazza prin­cipale e delle strade adia­centi rimane la stessa di 700 anni fa.

Pernottamento in albergo cen­trale a Torun.

 
Giorno
10
> Torun  > Danzica > Gdynia > Sopot > Danzica
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento da Torun a Danzica.

Danzica è una città bel­lissima situata nella parte set­ten­trionale della Polonia, in riva al Mare Baltico. Il capo­luogo del voi­vodato della Pomerania attrae milioni di turisti ogni anno. Durante questo tour faremo una pas­seg­giata per le viuzze più affa­sci­nanti del Centro Storico, tra cui la Via Lunga cir­condata dagli edifici rina­sci­mentali. Cominceremo dalla Porta d’Oro, pas­seremo vicino al Municipio, alla Fontana di Nettuno, alla Corte di Re Artù ed alla Porta Verde, da dove si estende una vista splendida sul fiume Motlawa. Vedremo il Gru Portuale – uno dei simboli più rico­no­sciuti della città e la Basilica della Santa Vergine Maria, una chiesa gotica più grande dell’Europa. In seguito, visi­teremo la parte interna della Corte di Re Artù e par­ti­ci­peremo alla mostra d’elaborazione di ambra.

Pranzo libero.

Nel pome­riggio tra­sfe­ri­mento per Danzica – Oliwa e la visita della Cattedrale di Oliwa – la chiesa dell’ordine cister­cense più lunga del mondo, famosa per gli organi in stile rococò; il con­certo d’organo. Trasferimento a Gdynia per vedere la barca a vela ‘Dar Pomorza’, una famosa nave museo ormeg­giata oggi a Gdynia. Trasferimento a Sopot, pas­seg­giata per il lun­gomare e per il molo più lungo d’Europa. Ritorno a Danzica.

Pernottamento in albergo cen­trale a Danzica.

 
Giorno
11
> Danzica > Westerplatte > Malbork > Elblag
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento alla penisola Westerplatte vicino all’entrata al porto di Danzica. Proprio qua, la mattina del 1 set­tembre 1939, alle ore 04:48, la nave militare tedesca Schleswig-Holstein aprì il fuoco sulla città di Danzica e sulla for­tezza di Westerplatte, ini­ziando così la seconda guerra mon­diale. Visiteremo il Monumento che com­memora la difesa corag­giosa dei soldati polacchi, destinati alla scon­fitta in quanto lot­tavano contro le forze del nemico che erano meglio armati e più potenti. Trasferimento al Monumento agli Operai del Cantiere Navale caduti nel 1970 ed al Cantiere Navale di Danzica, il luogo di nascita del movi­mento ‘Solidarietà’ con­dotto da Lech Walesa, pre­miato poi con il Nobel. Visita della mostra ‘Le Vie della Libertà’ che pre­senta la storia del rove­scia­mento del comu­nismo in Polonia.

Pranzo libero e tra­sfe­ri­mento a Malbork.

Malbork, visita del castello gotico costruito in mattoni rossi, l’edificio di questo genere più grande del mondo (UNESCO), l’antica sede della com­man­deria dell’Ordine Teutonico nell’Europa orientale. Passeggiata per le viuzze tor­tuose e miste­riose della roc­ca­forte medievale è un’opportunità non solo per ammirare l’architettura splendida, ma anche un viaggio nel tempo che ci per­mette di vedere la vita quo­ti­diana dei cava­lieri dell’ordine, gli attrezzi antichi e la col­le­zione di arma­menti. Un’altra attra­zione è la mostra “Storia dell’ambra” – una rac­colta delle pietre dal Mare Baltico e dei gioelli.

Proseguimento per Elblag.

Pernottamento in albergo cen­trale a Elblag.

 
Giorno
12
> Elblag > Gierloz > Swieta Lipka
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

In mat­tinata breve cro­ciera, della durata di circa 2 ore, nel canale di Ostroda-Elbląg, una navi­ga­zione ori­ginale e sin­golare. Questo corso d’acqua è uno dei più affa­sci­nanti del mondo, sia per quel che riguarda il pae­saggio cir­co­stante sia per le tec­niche di inge­gneria uti­lizzate nella sua costru­zione, un capo­lavoro di arte idraulica davvero unico. Il canale fu costruito tra il 1848 e il 1876 e col­legava il Mar Baltico con il sud della Prussia. Il seg­mento prin­cipale è lungo 80 km, di cui 40 km di veri e propri canali scavati tra i sei laghi. Purtroppo appena l’opera fu portata a termine la com­parsa della fer­rovia rese superfluo l’ingegnoso sistema che, invece di diventare una grande via com­mer­ciale, ha trovato oggi una fun­zione a fini turi­stici. Il mag­giore disli­vello tra i laghi è di quasi 100 m e per rime­diare a questa dif­fe­renza sono state costruite cinque rampe inclinate in suc­ces­sione, che col­legano i vari livelli navi­gabili. Giunti davanti a ogni rampa i bat­telli prendono posto su scali di alaggio che escono pro­gres­si­va­mente dall’acqua, issati lungo rotaie da un sistema mosso dalla forza idraulica. Come un bilan­ciere, mentre una struttura sale l’altra scende e così i bat­telli giungono alla ter­ra­ferma. La navi­ga­zione dura un paio d’ore.

Pranzo libero e tra­sfe­ri­mento a Gierloz.

“La Tana del Lupo”, uno dei quar­tieri generali di Adolf Hitler durante la seconda guerra mon­diale. Invisibile dalla strada che attra­versa i boschi, fu costruita tra il 1940 e il 1942 e copre 18 ettari. E’ formata da 80 edifici di cui 50 bunker. I muri di queste strutture arrivano a misurare fino a 8 metri di spessore. Era una vera e propria mini città, che pro­duceva la propria energia elet­trica, aveva un proprio aero­dromo, una linea fer­ro­viaria e persino un cinema! Il com­plesso era cir­condato da una rete di filo spinato da campi minati e dis­si­mulato sotto un’immensa coltre di vege­ta­zione arti­fi­ciale che veniva cam­biata con le sta­gioni. Truppe di soldati scelti e un sistema di pro­te­zione anti­aerea ne assi­cu­ravano la difesa. Oggi è un vasto campo di ruderi in cui la natura ha ricon­qui­stato i suoi spazi. Nel 1944 ha avuto luogo qui l’attentato a Hitler, un’operazione fallita che vide il fuhrer sola­mente ferito.

Trasferimento a Swieta Lipka (dove si trova uno dei prin­cipali san­tuari mariani in Polonia famoso anche per i suoi organi).

Pernottamento in albergo cen­trale a Swieta Lipka.

 
Giorno
13
> Swieta Lipka > Lago Luknajno > Mikolajki > Nowogrod > Bialystok
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento a Lago di Luknajno.

La Riserva della Biosfera del Lago Luknajno (Jezioro Łuknajno) pre­senta un habitat intatto eco­lo­gi­ca­mente di 175 specie di uccelli. È la più grande dimora del cigno reale e di altre specie rare o in via di estin­zione in Europa.

Proseguimento per Mikolajki e tempo libero per pranzo e shopping.

Mikolajki — il più famoso vil­laggio masu­riano con un bel­lissimo porto turi­stico, due laghi: Lago Mikolajskie e Lago Talty. Il più grande lago in Polonia, Lago Sniardwy (113 km²), si trova a soli 40 km di distanza.

Trasferimento a Nowogrod.

Visita al museo all’a­perto di Nowogrod che pre­senta i tra­di­zionali edifici in legno della regione.

Proseguimento per Bialystok.

Pernottamento in albergo cen­trale a Bialystok.

 
Giorno
14
> Bialystok > Tykocin > Varsavia
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Bialystok è la più grande città polacca nel nord-orientale del paese e capo­luogo della regione di Podlaskie. La città è cir­condata da una bel­lissima area naturale chiamata polmoni verdi della Polonia, che è piena di attra­zioni turi­stiche.
La posi­zione nei pressi della Lituania e della Bielorussia ha avuto un’in­fluenza signi­fi­cativa sul fun­zio­na­mento storico e attuale della città stessa e del­l’intera regione di Podlaskie. Molte diverse culture, reli­gioni e nazio­nalità hanno vissuto qui per secoli. Durante la visita si potrebbe avere la pos­si­bilità di vedere: Palazzo Branicki , il monu­mento più pre­zioso di Bialystok, noto anche come la Versailles di Podlasie, la zona del Mercato Vecchio e il Municipio.

Pranzo libero.

Trasferimento da Bialystok a Varsavia via Tykocin.

Tykocin è una città affa­sci­nante con un’at­mo­sfera spe­ciale, dove prima della Seconda Guerra Mondiale c’era una delle più grandi comunità ebraiche. La sinagoga barocca di Tykocin, la seconda più grande in Polonia dopo quella di Cracovia, con­serva la memoria del passato. Fu costruita su una pianta qua­drata al posto della pre­ce­dente sinagoga di legno, in stile barocco con ele­menti rinascimentali.

Proseguimento per Varsavia.

Pernottamento in albergo cen­trale a Varsavia.

 
Giorno
15
> Varsavia
 

Prima cola­zione in albergo & check out.

Trasferimento all‘aeroporto di Varsavia.
FINE dei SERVIZI.

 
paski3
paski3
paski3
paski3